Capelli rovinati e sfibrati: l’importanza del check-up

Dietro la generica, ma tanto usata, definizione di “capelli rovinati” ci possono essere diverse alterazioni del fusto dei capelli.

⇧ Torna al sommario

Capelli rovinati: cause e casistiche

Le cause possibili del deterioramento del fusto del capello, la loro perdita di brillantezza e forza, possono essere diverse. Tutte però portano ad aumentare le possibilità di rottura e caduta del capello. Quando la cuticola è intatta, con squame perfettamente aderenti, il capello risulta lucido, elastico e agevolmente pettinabile. Non solo: le punte non sono rovinate in alcun modo e anche a occhio risultano integre. Una situazione totalmente diversa quando i capelli sono rovinati o danneggiati, tanto che la struttura del capello ne risulta prima modificata e poi compromessa.

I capelli rovinati sono capelli che hanno perso salute, brillantezza e voluminosità. Volendo sintetizzare questi sono i casi che si possono verificare:

Capelli ruvidi e porosi

Il capello si mostra ruvido al tatto, opaco, difficile da pettinare perché le squame della cuticola sono sollevate o assenti; spesso questa condizione si accompagna anche a una foto-ossidazione del capello con perdita di colore e lucentezza. I capelli secchi presentano tutte queste caratteristiche e risultano essere maggiormente a rischio rottura e caduta;

Capelli sfibrati

Il capello diventa più fragile nei confronti delle aggressioni esterne quando perde il suo equilibrio aminoacidico e anche la struttura proteica della cheratina viene modificata. In questi casi è possibile vedere a occhio nudo come il capello si sia fine e rovinato. Anche lo stress psico-fisico può contribuire a far insorgere o ad accentuare il problema;

Capello traumatizzato da phon

capelli rovinatiAsciugare il capello con temperature troppo elevate o con il getto d’aria troppo ravvicinato può portare alla disidratazione del capello con elettrizzazione di tutta la capigliatura. In questi casi il capello perde il suo equilibrio idrico e il diametro del fusto si riduce;

Doppie punte

Scientificamente si parla di tricoptilosi (doppie punte) quando si manifestano punte aride con la caratteristica forma a “coda di rondine” che può estendersi anche per alcuni centimetri;

Punte sfilacciate

La tricoclasia è un danno profondo al capello, specie se fino e sottile, in cui le punte si presentano con una configurazione a pennello; i capelli fini sono più soggetti a sfilacciarsi; la causa è molto spesso la mancanza di minerali;

Malattia della perla

In caso di Tricoressia nodosa i capelli presentano un rigonfiamento della cuticola e della corteccia, che porta la perdita della naturale elasticità e morbidezza; quando si verificano queste condizioni, i capelli risultano difficili da pettinare e, nei casi più gravi, si può verificare una rottura trasversale dei capelli per via di uno sfibramento circoscritto.

Capelli rovinati dalle decolorazioni

Non sono rari i casi in cui il capello si rovina quando, per ottenere un certo tipo di colorazione, si decide di procedere a decolorazione. Si tratta di un trattamento aggressivo che, se effettuato frequentemente, può comportare un serio danno per i capelli, determinando l’insorgere del cosiddetto “effetto paglia”. La decolorazione dei capelli è un vero e proprio processo chimico che disidrata il capello e ossida la melanina, la sostanza che dà colore ai capelli; a seguito di questo processo, la struttura del capello viene modificata. Nello specifico, il capello diventa più poroso, secco e stopposo. Per rimediare ai capelli rovinati dalla decolorazione bisognerà ricorrere a trattamenti utili per idratare il più possibile e risanare la corteccia dei capelli.

Ti ritrovi in quello che hai letto?
Ti ritrovi in quello che hai letto?

Quando ti guardi allo specchio ciò che vedi non ti piace? Pensi che i tuoi capelli hanno bisogno di una mano per ritrovare il loro splendore? Noi possiamo aiutarti a restituire ai tuoi capelli un aspetto forte e seducente.

Se credi di riconoscerti in uno o più dei casi letti in questa pagina, o se sospetti che la tua capigliatura possa essere esposta al rischio di danni ed aggressioni e abbia bisogno di maggiori difese, non esitare a chiedere una consulenza gratuita e non impegnativa ai nostri hair specialist e saremo in grado di studiare un trattamento personalizzato in funzione delle tue esigenze.

Capelli rovinati dalle tinte

Anche l’utilizzo di tinte aggressive, contenenti elementi quali ammoniaca e varie sostanze chimiche, può rendere i nostri capelli rovinati e danneggiati. Inoltre, nei casi più estremi, il danno può arrivare anche a colpire  lo stesso cuoio capelluto, bruciandolo e causando fastidiosi pruriti, desquamazione e infiammazioni. A seguito poi di numerose tinte (e fissanti), i capelli diventano sfibrati perché viene modificata la loro pigmentazione, con conseguenti danni alla struttura.

Capelli rovinati dalla piastra

L’uso scorretto ed eccessivo di phon e piastre ha come risultato quello di rendere i capelli rovinati e sfibrati. Infatti, il calore emesso da questi strumenti comporta il danneggiamento della fibra del capello che ad alte temperature tende a indebolirsi, diventare fragile, con la conseguente comparsa delle tanto odiate doppie punte. I fusti dei capelli quindi diventano stopposi, ruvidi al tatto, perché bruciati dalle elevate temperature. Anche in questo caso, come per i capelli rovinati dalle tinte, bisognerà intervenire con trattamenti adeguati a far ritrovare alla propria capigliatura una nuova elasticità e morbidezza.

⇧ Torna al sommario

Condizioni lavorative che rovinano i capelli

lavoro capelli problemaAlcuni lavoratori sono più esposti di altri a rischi connessi alla caduta dei capelli a causa di particolari condizioni strettamente connesse al tipo di lavoro o all’ambiente in cui si svolge. Di seguito un elenco, esemplificativo ma non esaustivo, di alcuni fattori connessi al lavoro dannosi per i capelli:

Inquinamento

L’inquinamento atmosferico può contribuire all’irritazione del cuoio capelluto, al rossore, prurito, eccessiva secrezione di sebo, forfora, dolore alle radici dei capelli e, secondo uno studio che ha testato l’effetto di polvere e particelle di carburante sulle cellule del cuoio capelluto, finanche causare la perdita dei capelli.
I ricercatori hanno scoperto che l’esposizione a sostanze inquinanti comuni ha ridotto i livelli di quattro proteine ​​responsabili della crescita e della ritenzione dei capelli e l’effetto aumenta quando aumenta la quantità di particelle sospese nell’aria, il che suggerisce che coloro che vivono in città o lavorano in zone industriali corrono un rischio maggiore di diventare calvi.
Anche chi lavora a contatto con il petrolio o a contatto con polvere e cemento, per esempio nel settore edile, può essere soggetto a un diradamento dei capelli.

Caschi

Che sia quello di protezione per la motocicletta o quelli indispensabili per la sicurezza di certi lavoratori, è possibile che i caschi possano avere un ruolo nella caduta dei capelli. Si ritiene infatti che indossare un elmetto faccia avvicinare regolarmente le radici dei capelli al cuoio capelluto, causando una condizione chiamata alopecia da trazione. Le radici perdono il loro ancoraggio al cuoio capelluto e tendono a cadere. Il casco, inoltre, può incrementare la sudorazione e l’accumulo di batteri nel cuoio capelluto, che espone anche al rischio di infezioni fungine: sporco e denutrito, il cuoio capelluto si indebolisce e può portare alla caduta dei capelli.

Aria condizionata

Per quanto strano possa sembrare, l’aria condizionata può causare la caduta dei capelli. È infatti comprovato che temperature estreme possono danneggiare i capelli. Non solo, il condizionatore assorbe l’umidità degli ambienti e quindi anche dal corpo, privando l’organismo di un’idratazione indispensabile contro la secchezza della pelle. Senza umidità, il processo di invecchiamento è accelerato. Uscendo dall’ambiente climatizzato, poi, anche il brusco cambiamento di temperatura è estremamente dannoso, causando un ulteriore stress alla pelle e al cuoio capelluto e mettendo dunque a repentaglio la salute dei capelli.

Stress

Chi risente in maniera eccessiva dello stress correlato al proprio lavoro potrebbe esperire un’alterazione del normale ciclo di crescita dei capelli. Molti studi hanno infatti evidenziato come significativi fattori di stress emotivo possono causare una caduta temporanea dei capelli, ma una volta che lo stress viene messo sotto controllo, la normale crescita dei capelli viene di solito ripristinata.

⇧ Torna al sommario

Quando rivolgersi a noi

Se ti riconosci in uno dei problemi sopra citati, parlane con i nostri Hair Specialist del centro tricologico di Lugano dove potrai sottoporti a un check-up gratuito e senza impegno del capelloe del cuoi capelluto.

Nel corso del colloquio con i nostri consulenti potrai spiegare il tuo problema e raccontarci le tue abitudini di vita, così da poter elaborare un trattamento perfettamente su misura per le tue esigenze. Intervenire tempestivamente è il primo segreto per risolvere un problema rapidamente e con efficacia. Non tagliare i tuoi capelli sfibrati, chiedici subito un consulto gratuito!

Prenota ora
il tuo check-up
del capello
gratuito a Lugano!
I nostri hair specialist sono a tua disposizione per offrirti una consulenza su misura per te,
per capire le aspettative che hai per i tuoi capelli e scegliere i trattamenti più adatti alla tua capigliatura.
Accetti la privacy *

Un team di
Hair Specialist

I consulenti di Revalhair sono specialisti del capello formati su tutte le problematiche del cuoio capelluto. La loro forza è la competenza. La loro arma vincente: l’attenzione per i dettagli e la continua voglia di migliorarsi.



Ad ogni
cliente
il servizio
adeguato


Ascoltiamo i tuoi problemi dei capelli per individuare le migliori soluzioni

Check-up


Scelta del mix di trattamenti più adatti al tuo problema.

Servizi su misura


Continuiamo a seguirti per conservare i risultati.

Trattamenti
non invasivi