Trapianto capelli FUT: tutto quello che devi sapere

La caduta dei capelli colpisce fino all’85% degli uomini e il 40% delle donne. Il trapianto di unità follicolari (FUT) e altri trapianti di capelli sono interventi chirurgici minimamente invasivi per coprire le zone calve causate dalla caduta dei capelli.

I trapianti di capelli risalgono già al 1939 in Giappone. All’inizio, i risultati sembravano innaturali. Fu solo nel 1995, quando i chirurghi iniziarono a trapiantare i singoli follicoli piliferi (noti anche come unità follicolari), che i trapianti di capelli iniziarono a dare risultati dall’aspetto naturale.

Esistono tre tipi principali di trapianto di capelli, attualmente in uso:

  • Estrazione di unità follicolari (FUE)
  • Trapianto di unità follicolari (FUT)
  • Trapianto combinato (CFU)

Nella chirurgia FUT, il chirurgo lavora su una striscia di pelle della parte posteriore o laterale della testa dalla quale estrae i singoli follicoli piliferi. Questi follicoli vengono quindi inseriti nelle zone calve del cuoio capelluto. Questa tecnica chirurgica funziona particolarmente bene negli uomini, per ripristinare l’attaccatura dei capelli dopo che si è ritirata a causa della calvizie.

⇧ Torna al sommario

Come funziona il trapianto di unità follicolari (FUT)

Durante la FUT, il chirurgo prende una striscia di pelle dal cuoio capelluto, di solito dalla parte posteriore della testa, la cui dimensione dipende dal numero di follicoli necessari per coprire le zone calve. Ad ogni buon conto, di norma la striscia non supera il centimetro e mezzo di larghezza. Una volta che i singoli follicoli vengono rimossi dalla striscia, sono poi reinseriti nel cuoio capelluto.

Gli interventi di trapianto di capelli richiedono mediamente tra le 4 e le 8 ore, a seconda della quantità di cuoio capelluto da dover ricoprire. La chirurgia FUT è generalmente più veloce della chirurgia FUE. In entrambi i casi, non è necessaria un’anestesia generale: la maggior parte delle persone rimane sveglia durante l’intervento, con un’anestesia locale che intorpidisce il cuoio capelluto.

L’intervento chirurgico FUT, passo per passo

Il chirurgo ridisegna l’attaccatura dei capelli, individua l’area di estrazione dei capelli e scatta alcune fotografie per la cartella clinica. Viene applicata l’anestesia locale al cuoio capelluto per intorpidirlo e taglia i capelli presenti nel sito donatore, da cui vengono rimossi poi i follicoli, a circa due millimetri.
A questo punto il chirurgo preleva la striscetta di pelle con i follicoli piliferi che verranno utilizzati come innesto.
Mentre un tecnico rimuove i singoli follicoli piliferi dalla striscia e li prepara per il trapianto, il chirurgo chiude il cuoio capelluto nella zona del prelievo e procede ad inserire i follicoli piliferi nelle parti calve del cuoio capelluto, secondo uno schema che rispecchia quello naturale.
Alla fine dell’intervento, sul cuoio capelluto vengono applicati un antibiotico e delle bende.
La maggior parte delle persone vede i risultati dell’intervento entro 6-9 mesi; solo in pochi casi bisogna attendere un anno.

⇧ Torna al sommario

Per chi è indicata la procedura FUT?

Entrambi i trapianti (FUT e FUE) richiedono abbastanza capelli in testa da poter utilizzare come innesto, pertanto sono procedure cui non si può far ricorso una volta che la calvizie ha lasciato il capo completamento glabro.

Gli uomini con alopecia androgenetica (quella che comunemente viene chiamata calvizie maschile) sono i migliori candidati per la FUT. Negli uomini, questa condizione compare comunemente nel modello Norwood o in un’attaccatura dei capelli a forma di M con perdita di capelli all’altezza delle tempie. Le donne con questa condizione di solito sperimentano il modello Ludwig, che causa il diradamento nella parte superiore della testa.

La chirurgia FUT non è un’opzione utile per chi soffre di caduta di capelli dovuta a una condizione medica, come un disturbo della tiroide, o a causa dell’alopecia areata.

Di norma, la chirurgia FUT è praticabile e porta risultati a fronte delle seguenti condizioni:

Età

la FUT viene generalmente eseguita su persone di età superiore ai 25 anni, poiché i modelli di perdita dei capelli nei giovani sono meno prevedibili.

Diagnosi

Gli uomini con una perdita di capelli che segue il modello Norwood tendono a rispondere meglio al trapianto di capelli.

Densità dei capelli

Le persone con un’alta densità di follicoli piliferi generalmente ottengono risultati migliori in termini di copertura.

Area di calvizie

la FUT è particolarmente efficace per trattare la caduta dei capelli nella parte anteriore della testa.

Colore dei capelli

Le persone con un colore di capelli simile al colore della loro pelle generalmente sono candidati migliori poiché hanno meno contrasto di colore.

⇧ Torna al sommario

Trapianto di capelli FUT e FUE a confronto

Entrambe le tecniche chirurgiche implicano il trapianto di singoli follicoli piliferi ma se con la tecnica FUT il chirurgo preleverà una striscia di pelle da cui estrarre i follicoli piliferi, nella chirurgia FUE il chirurgo rimuove i singoli follicoli piliferi direttamente dal cuoio capelluto.

La FUE è attualmente l’opzione più comune, poiché comprende alcuni vantaggi, tra cui un tempo di guarigione più veloce, meno dolore dopo l’intervento chirurgico, nessuna significativa cicatrice. Non da ultimo, è una tecnica che può essere eseguita anche in caso di una scarsa densità dei capelli, poiché si possono usare peli di altre parti del corpo.

Per parte sua, anche la tecnica FUT ha i suoi vantaggi. In primis è l’opzione migliore quando è necessario innestare un gran numero di follicoli piliferi. Inoltre l’intervento è più breve e più economico.

⇧ Torna al sommario

FUT: potenziali effetti collaterali e precauzioni

Le complicazioni dopo la FUT sono davvero rare. La guarigione è di solito molto rapida e non comporta infezioni. Meno dell’1% delle persone che si sottopongono al trapianto sviluppano infezioni dovute all’intervento.
Come ogni intervento chirurgico, però, esiste la possibilità di complicazioni, come: capelli dall’aspetto innaturale, cicatrici, infiammazione dei follicoli piliferi (follicolite), sanguinamento, rigonfiamento, dolore, intorpidimento, cisti.

Cicatrici

La chirurgia FUT lascia una cicatrice nel sito di epilazione che tende a non essere più visibile, ma che è comunque permanente. La dimensione della cicatrice dipende da quanti follicoli piliferi sono stati utilizzati durante l’intervento chirurgico e normalmente resta nascosta dai capelli ma potrebbe essere visibile con i capelli corti.

Perdita di capelli da shock

Un evento piuttosto comune dopo l’intervento è l’effluvio dei capelli, noto come perdita di capelli da shock. Avviene di norma entro due mesi dall’intervento, ma non è qualcosa di cui preoccuparsi, poiché i capelli ricrescono quasi sempre entro quattro mesi.

⇧ Torna al sommario

Cosa può fare la Revalhair

Il trapianto di capelli è l’ultima soluzione possibile ad una caduta di capelli ed è a tutti gli effetti una operazione. Per questo motivo, prima di optare per questa soluzione, è necessario comprendere se vi sono soluzioni differenti. Per questo motivo ci viene in aiuto il check-up dei capelli che, ricordiamo, nel nostro centro di Lugano è gratuito.

Prenota ora
il tuo check-up
di capelli
gratuito a Lugano!
I nostri "Hair Specialist" sono a tua disposizione per offrirti una consulenza su misura per te,
per capire le aspettative che hai per i tuoi capelli e scegliere i trattamenti più adatti alla tua capigliatura.
Accetti la privacy *

Un team di
Hair Specialist

I consulenti di Revalhair sono specialisti dei capelli formati su tutte le problematiche del cuoio capelluto. La loro forza è la competenza. La loro arma vincente: l’attenzione per i dettagli e la continua voglia di migliorarsi.

Prima di tutto
i risultati

Il team di Revalhair ha riportato il sorriso nel cuore di numerose persone, uomini e donne di tutte le età e con diversi problemi di capelli. I risultati ottenuti parlano chiaro.

Un centro estremamente professionale e specializzato!
Uno staff di professionisti super gentili
che si impegnano a trovare la miglior soluzione
adatta al paziente! Risultati visibili dopo un
duro lavoro, ma un lavoro di squadra!
Centro vivamente consigliato! TOP!

- Stefania B. Impiegata, 30 anni

Un Grazie enorme a tutto il team. Ho cominciato a dicembre 2020 e i primi
risultati sono stati immediati.
Ci vuole certo pazienza
ma ne vale davvero la pena. Grazie ancora

- Tiziana B. Impiegata, 46 anni

Personalmente molto soddisfatto.
Grazie alla terapia sono riuscito
a contrastare il mio problema.

- Willy C. Imprenditore, 31 anni

Professionalità, cordialità,
supporto e ottimi risultati.
Un’esperienza più che positiva!

- Alan R. Insegnante, 32 anni


Ad ogni
cliente
il servizio
adeguato

check-up capelli

Ascoltiamo i tuoi problemi dei capelli per individuare le migliori soluzioni

Check-up

servizi su misura

Scelta del mix di trattamenti più adatti al tuo problema.

Servizi su misura

trattamenti specifici

Continuiamo a seguirti per conservare i risultati.

Trattamenti
specifici